Fingeco > Blog > Manovra 2021: le misure e i bonus per imprese e famiglie

Via libera della Camera alla Legge di Bilancio 2021 con 298 voti favorevoli, 125 contrari e 8 astenuti.  Oggi voto definitivo al Senato.

Una maxi-manovra da 40 miliardi, con misure per le imprese, misure per la famiglia e per i lavoratori.

Per quanto riguarda le misure per il lavoro: esonero dai contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti. Per averne diritto, il lavoratore deve aver percepito nell’anno di imposta 2019 un reddito non superiore i 50mila euro e aver registrato un calo di fatturato nel 2020 non inferiore al 33% rispetto allo scorso anno.

La cassa integrazione Covid viene prorogata di ulteriori 12 settimane, da fruire entro il 31 marzo 2021. Confermato fino al 31 marzo del 2021, lo stop ai licenziamenti a prescindere dal numero di dipendenti dell’azienda.

Vengono azzerati per tre anni i contributi per le assunzioni degli under 35, mentre per le donne è attiva l’Opzione Donna: pensionamento anticipato riservato alle donne e l’aiuto per le mamme che rientrano al lavoro. Mentre per il congedo per i neopapà è esteso a 10 giorni.

Viene introdotto l’Assegno unico famiglia 2021, che sarà esteso anche agli autonomi e agli incapienti e viene confermato il bonus bebè che sarà riconosciuto anche il prossimo anno per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. Previsto anche un bonus nido per le famiglie che devono mandare all’asilo i propri figli.

Prorogato il superbonus 110% e il bonus casa, assieme al bonus mobili incluso e con un tetto massimo di spesa che aumenta dagli attuali 10 mila a 16 mila euro.

Tra le novità l’introduzione del bonus idrico da 1.000 euro da utilizzare entro il 31 dicembre 2021 per le spese di sostituzione di sanitari, rubinetti e soffioni doccia. 

Introdotto anche i bonus occhiali, un voucher da 50 euro una tantum destinato alle famiglie con un Isee inferiore ai 10 mila euro per l’acquisto di occhiali e lenti a contatto progressive.

In arrivo anche il bonus tv per le famiglie con Isee fino a 20 mila euro.

Il bonus smartphone invece permette di ottenere per un anno uno smartphone in comodato d’uso connesso a Internet con incluso l’abbonamento a due “organi di stampa” e l’app Io.

Tra i vari bonus spunta anche bonus per gli chef che introduce un credito d’imposta (per un massimo di 6mila euro ed utilizzabile solo in compensazione) fino al 40% delle spese sostenute – tra il primo gennaio 2021 e il 30 giugno 2021 – dai cuochi professionisti di alberghi e ristoranti per l’acquisto di macchinari e attrezzature professionali e per i corsi di aggiornamento.

Iscriviti alla nostra newsletter

per essere sempre aggiornato sulle opportunità di business.

You have Successfully Subscribed!